Che significa? Perestroika

Che significa?

Articolo di




> Che significa?

Perestroika (d. comp.): Politica di trasformazione del sistema produttivo sovietico attuata da Gorbaciov nel 1987 per risollevare l’economia dell’URSS.

La stagnazione che aveva attraversato l’Unione sovietica negli anni precedenti non era stata solo di tipo politico, ma anche economico: la dottrina marxista vedeva nella collettivizzazione dei beni di produzione una tappa essenziale per la costruzione del comunismo, ma non indicava in concreto come tali beni, una volta collettivizzati, dovessero essere utilmente gestiti.

I dirigenti del PCUS si trovarono, dunque, a guidare la creazione di un nuovo ordine economico in un processo di continua sperimentazione, alla ricerca di soluzioni nuove che, spesso, si rivelavano inadeguate o producevano effetti distorti.

In questo contesto, il diritto socialista dell’economia da un lato predisponeva la pianificazione economica, dall’altro recepiva molti degli strumenti economici occidentali (tra cui i sistemi dell’autogestione e delle cooperative, funzionali ad una parziale apertura al mercato), provocando una profonda crisi che Gorbaciov, eletto Segretario generale del PCUS nel 1985, tentò di frenare proprio attraverso la Perestroika.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI