Che significa? | Termini giuridici

Permanente

14 ottobre 2015 | Autore:


> Dizionario Pubblicato il 14 ottobre 2015



Permanente [reato] (d. pen.): È quel reato in cui la lesione al bene protetto, richiesta per l’esistenza del reato, perdura per un certo lasso di tempo.

Affinché possa aversi reato Permanente occorrono due presupposti, e cioè:

—  che lo stato dannoso o pericoloso derivante dalla condotta del reo perduri per un certo lasso di tempo;

—  che tale protrarsi sia dovuto alla volontà stessa del reo, il quale, quindi, può sempre, ed in qualsiasi momento, farlo cessare. Il reato Permanente si perfeziona con il decorso del periodo minimo di mantenimento della situazione offensiva, mentre si consuma con la cessazione della permanenza (per fatto dell’agente, del soggetto passivo o di terzi).

Sono reati permanenti: il sequestro di persona, la riduzione in schiavitù, i reati di associazione per delinquere e di banda armata, la renitenza di leva, l’invasione di terreni.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI