Che significa? Perquisizione

Che significa?

Articolo di




> Che significa?

Perquisizione (d. p. pen.): La Perquisizione è un mezzo di ricerca della prova [vedi Prova] preordinata al sequestro [vedi Sequestro nel processo penale]. La ricerca, quindi, può essere omessa se l’interessato ottempera all’invito di consegna (artt. 247 ss. c.p.p.).

Consiste nell’attività diretta alla ricerca del corpo del reato e in genere delle cose pertinenti al reato, quelle cioè sulle quali o a mezzo delle quali fu commesso il reato, e quelle che ne costituiscono il profitto, il prezzo o il prodotto o un mezzo di prova (art. 253 c.p.p.).

La Perquisizione può avere ad oggetto persone o luoghi (personale o locale) e, tra i luoghi, il domicilio (domiciliare).

Durante le indagini preliminari [vedi], soltanto gli ufficiali di polizia giudiziaria (P.G.) [vedi] procedono di propria iniziativa (in caso di flagranza del reato e di evasione), ovvero per delega del P.M. [vedi Pubblico Ministero] in esecuzione di un suo decreto (artt. 352 e 370 c.p.p.); vi procede in alcuni casi direttamente lo stesso P.M. (art. 365 c.p.p.). In dibattimento, infine, provvede il giudice previa emanazione di un proprio provvedimento (art. 247 c.p.p.).

Le Perquisizione , in quanto atti che invadono l’altrui sfera giuridica, toccando la persona o il patrimonio o il domicilio, sono sottoposte al rispetto di determinate garanzie.

Dal punto di vista della difesa tecnica, il difensore ha sempre il diritto di assistere ai vari tipi di Perquisizione , anche se compiuti in situazioni d’urgenza dal P.M. o dalla P.G. (artt. 356 e 365 c.p.p.). La natura di atto a sorpresa esclude, invece, l’obbligo di preavviso al difensore. Se l’indagato non si fa assistere da un difensore di fiducia, il P.M. designa un difensore d’ufficio a norma dell’art. 97 c.p.p.

Ulteriore garanzia è costituita dalla necessità del decreto scritto con cui il P.M. o il giudice dispongono la Perquisizione ; tale decreto deve essere preventivamente consegnato all’interessato.

Il legislatore dispone che, qualora sia necessario perquisire un’abitazione o un luogo chiuso adiacente all’abitazione stessa (cd. perquisizione domiciliare), l’autorità giudiziaria non può eseguire le operazioni prima delle ore sette e dopo le ore venti, a meno che non vi siano particolari situazioni d’urgenza che impediscono il rispetto degli orari indicati. Infine, anche per le Perquisizioni , come per le ispezioni [vedi], presso gli uffici dei difensori valgono le garanzie di libertà sia in ordine alla necessità che il P.M. vi proceda personalmente ed in forza di motivato decreto di autorizzazione del giudice, sia in ordine all’esigenza dell’avviso al Consiglio dell’Ordine forense (art. 103 c.p.p.).


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI