Che significa? | Termini giuridici

Persistent objector

14 ottobre 2015 | Autore:


> Dizionario Pubblicato il 14 ottobre 2015



Persistent objector [obiettore persistente] (d. int.): È così definito quello Stato che si oppone allo sviluppo di determinate norme consuetudinarie consolidate [vedi Consuetudine] in modo costante, oppure adotta un atteggiamento contrario.

Per quanto attiene all’applicabilità della consuetudine allo Stato obiettore persistente, la dottrina si trova divisa fra due opposte concezioni:

—  alcuni autori sostengono che, se uno Stato contesta una norma consuetudinaria durante il processo di formazione in modo persistente ed inequivocabile, tale regola non può essere applicata nei suoi confronti (cd. eccezione di applicabilità);

—  altri autori affermano che la norma consuetudinaria è applicabile anche nei confronti dello Stato che l’ha ripetutamente contestata quando era in formazione. In caso contrario essa perderebbe la sua connotazione di diritto generale e comune all’intera Comunità Internazionale per assumere la fisionomia di un accordo tacito.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI