Che significa? Plagio letterario

Che significa?

Articolo di




> Che significa?

Plagio letterario (d. civ.) (d. pen.): Il Plagio letterario consiste nell’utilizzazione e riproduzione totale o parziale di un’opera altrui in un proprio lavoro, con attribuzione a sé stessi della paternità della stessa.

Tale violazione del diritto d’autore [vedi] comporta, a carico del contraffattore, e sempre che la violazione sia stata commessa con dolo o colpa, l’applicazione di sanzioni civili e penali.

La tutela civile si attua attraverso l’inibitoria del comportamento lesivo, la rimozione dello stato di fatto lesivo e il risarcimento dei danni patrimoniali.

La tutela penale, invece, è attuata dall’art. 171 della L. 633/1941 con la previsione della multa da @ 51 a @ 2.065, per chiunque, a qualsiasi scopo e in qualsiasi forma:

a) riproduce, trascrive, recita in pubblico, diffonde, vende o mette in vendita o pone altrimenti in commercio un’opera altrui o ne rivela il contenuto prima che sia reso pubblico, o introduce e mette in circolazione nello Stato esemplari prodotti all’estero contrariamente alla legge italiana;

a-bis) mette a disposizione del pubblico, immettendola in un sistema di reti telematiche, mediante connessioni di qualsiasi genere, un’opera dell’ingegno protetta, o parte di essa;

b) rappresenta, esegue o recita in pubblico o diffonde, con o senza variazioni od aggiunte, un’opera altrui adatta a pubblico spettacolo od una composizione musicale. La rappresentazione o esecuzione comprende la proiezione pubblica dell’opera cinematografica, l’esecuzione in pubblico delle composizioni musicali inserite nelle opere cinematografiche e la radiodiffusione mediante altoparlante azionato in pubblico;

c) compie i fatti indicati nelle precedenti lettere mediante una delle forme di elaborazione previste dalla legge;

d) riproduce un numero di esemplari o esegue o rappresenta un numero di esecuzioni o di rappresentazioni maggiore di quello che aveva il diritto rispettivamente di riprodurre o di rappresentare;

f) ritrasmette su filo o per radio o registra in dischi fonografici o altri apparecchi analoghi le trasmissioni o ritrasmissioni radiofoniche o smercia i dischi fonografici o altri apparecchi indebitamente registrati.

La pena è della reclusione fino ad 1 anno o della multa non inferiore a euro 516 se i reati di cui al comma 1, sono commessi sopra un’opera altrui non destinata alla pubblicità, ovvero con usurpazione della paternità dell’opera, ovvero con deformazione, mutilazione o altra modificazione dell’opera medesima, qualora ne risulti offesa all’onore od alla reputazione dell’autore.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI