Che significa? Pontefice

Che significa?

Articolo di




> Che significa?

Pontefice (d. can.) (d. eccl.): Primo e principale soggetto della suprema autorità della Chiesa cattolica [vedi].

Il Pontefice ha potestà ordinaria, suprema, piena, immediata e universale su tutta la Chiesa, potestà che può sempre esercitare liberamente in quanto egli è al vertice di tutta la gerarchia ecclesiastica sia di ordine che di giurisdizione e che avvicina tale figura a quella di un sovrano assoluto.

Tale potestà, oltre che essere universale, è anche:

vescovile, in quanto ottenuta, oltre che con legittima elezione, con la consacrazione episcopale;

piena, perché non riguarda solo la fede e i costumi ma anche la disciplina e il governo;

ordinaria, cioè direttamente annessa al suo ufficio;

immediata, su tutte le singole Chiese particolari e su tutti i singoli Vescovi e fedeli, senza bisogno di intermediari.

Il Pontefice è sovrano dello Stato della Città del Vaticano [vedi] ove ha la pienezza dei poteri legislativo, esecutivo e giudiziario.

Alla persona del Pontefice è riconosciuta nel diritto italiano una posizione particolare e una serie di prerogative diverse da quelle che normalmente vengono riconosciute ai Capi di Stato stranieri e che si avvicinano più a quelle proprie del Capo dello Stato italiano (art. 8 Trattato del Laterano 11-2-1929).


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI