Che significa? | Termini giuridici

Preamboli

15 Ottobre 2015 | Autore:


> Dizionario Pubblicato il 15 Ottobre 2015



Preamboli (d. pub.): Testi di apertura che precedono l’articolato di Statuti e Costituzioni e che contengono le formule primarie essenziali ed esprimono solennemente propositi, obiettivi e fini con cui il «costituente» delinea la forma di Stato e di governo nonché le motivazioni politiche che reggono il testo costituzionale.

Ci si riferisce, ad esempio, alla Costituzione USA del 1787, allo Statuto Albertino (1848), alla Legge Fondamentale tedesca (1949) etc.

Per il loro alto contenuto ideologico, anche se non omogeneo, si è discusso sul loro valore meramente programmatico o immediatamente precettivo.

La Corte suprema USA, nel caso Jacobson V. Commonwealth of Massachusetts del 1905, ha affermato che il Preamboli non può essere considerato come fonte di alcun potere sostanziale, mentre nel 1971 (decisione 71-74) il Consiglio costituzionale francese ha riconosciuto pieno valore giuridico al Preamboli della Costituzione del 1958.

Non si può ignorare la loro importanza fondante che eleva Preamboli al rango di norme metagiuridiche, di connotazione di sistema, di parametri di costituzionalità, nonché di fonti sovracostituzionali che esprimono principi supremi e intangibili ispiratori dell’ordinamento giuridico che introducono.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI