Che significa? Premeditazione

Che significa?

Articolo di




> Che significa?

Premeditazione (d. pen.): Costituisce una circostanza aggravante [vedi] dei delitti di omicidio [vedi] volontario e lesioni personali [vedi] volontarie (artt. 577 n. 3, 585 c.p.).

Per aversi Premeditazione occorrono due elementi:

— un elemento cronologico, consistente in un apprezzabile intervallo di tempo tra l’insorgenza e l’attuazione del proposito criminoso, sufficiente a far desistere dal proposito criminoso un uomo di media moralità;

— un elemento ideo­logico, estrinsecantesi nel perdurare, nell’arco di tempo de quo, della risoluzione criminosa nell’animo dell’agente.

Parte della dottrina e della giurisprudenza aggiungono, quale ulteriore requisito della Premeditazione, la cd. macchinazione, consistente nella predisposizione dei mezzi e delle modalità per la realizzazione del reato. Per la giurisprudenza dominante la Premeditazione va invece distinta dalla macchinazione, inerendo quest’ultima alla fase esecutiva del disegno criminoso.

Premeditazione condizionata (d. pen.): Nel delitto di omicidio, ricorre questa fattispecie quando la risoluzione di uccidere è condizionata al verificarsi di un evento futuro. A tal proposito la giurisprudenza distingue tra:

condizione propria, in cui l’evento non solo è futuro ma anche incerto (es. uccido il seduttore di mia figlia se non la sposa);

condizione impropria, in cui l’evento futuro è certo (uccido il mio vicino appena mi sarà consegnata la pistola che ho acquistato). La giurisprudenza ritiene compatibile la Premeditazione solo con la condizione impropria.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI