Che significa? Presupposizione

Che significa?

Articolo di




> Che significa?

Presupposizione (d. civ.): Ricorre tale figura quando le parti, nel concludere il negozio, fanno riferimento ad una circostanza esterna, attuale o futura, che, anche senza essere espressamente menzionata nel negozio, ne costituisce l’unico presupposto oggettivo.

L’esempio tradizionale è quello di chi prende in locazione un balcone prospiciente la strada dove si svolgerà una manifestazione, con il preciso e unico fine di assistervi: il contratto trova il suo evidente presupposto nel fatto della manifestazione, anche se ciò non risulta espressamente dal suo contenuto e viene meno se la manifestazione non si svolge.

Si discute se la Presupposizione abbia rilevanza giuridica e comporti l’inefficacia del negozio nel caso in cui la situazione di fatto risulti difforme da quella che le parti si sono rappresentate.

La dottrina tradizionale prevalentemente nega la rilevanza giuridica della Presupposizione, considerandola come una condizione non sviluppata, mentre la giurisprudenza ha riconosciuto a tale istituto un certo peso nell’economia del contratto, dando rilievo non tanto ad una volontà reale o ipotetica delle parti, quanto ad un criterio obiettivo di equilibrio contrattuale.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI