Che significa? | Termini giuridici

Prior in tempore potior in iure

19 Ottobre 2015 | Autore:


> Dizionario Pubblicato il 19 Ottobre 2015



Prior in tempore potior in iure [chi è primo prevale] (d. civ.): Criterio di risoluzione del conflitto tra più aventi causa dallo stesso soggetto, secondo cui viene preferito colui che ha acquistato per primo.

Esso ha carattere sussidiario e residuale rispetto ad altri criteri, quali quello della priorità della trascrizione [vedi Trascrizione] per i beni immobili e beni mobili registrati; quello della priorità dell’acquisto del possesso in buona fede [vedi] per i beni mobili e per i titoli di credito; quello della priorità della notifica (o dell’accettazione) per la cessione dei crediti, quello del godimento prioritario per i diritti personali di godimento.

In definitiva il criterio della priorità dell’acquisto trova applicazione solo in caso di doppia alienazione di uno stesso bene mobile, allorché nessuno dei due acquirenti abbia conseguito il possesso ovvero il secondo acquirente lo abbia conseguito in mala fede (non trovando applicazione in questi casi l’art. 1155 c.c.), e in caso di doppia alienazione di universalità di mobili (argomenta dal combinato disposto degli artt. 1155 e 1156 c.c.).


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI