Che significa? Probation processuale

Che significa?

Articolo di




> Che significa?

Probation processuale

Probation processuale nel diritto minorile

La necessità di una risposta diversificata al reato e di commisurazione della personalità del minore giustifica la particolare fattispecie della Probation processuale, estesa dalla Corte cost. n. 125/1995 a tutti i riti speciali.

Tale istituto (cd. sospensione del processo per la messa alla prova) può essere applicato sia dal giudice dell’udienza preliminare (G.U.P.) sia dal tribunale dibattimentale.

Se il giudice ritiene essenziale la valutazione della personalità del minore, quale si evolverà nel tempo, sospende il corso del processo per una durata predeterminata. Decorso il periodo di sospensione e in caso di esito favorevole della Probation processuale, il giudice dichiara l’estinzione del reato. Ciò avverrà in udienza preliminare [vedi] o in dibattimento [vedi] a seconda del giudice che procede (G.U.P. o Tribunale) e con le stesse formule terminative (non luogo a procedere o non doversi procedere). Tale istituto è applicabile anche quando si procede per reati punibili con l’ergastolo.

Probation processuale nella procedura penale

Istituto introdotto dalla L. 28-4-2014, n. 67, in materia di pene detentive non carcerarie e, più in generale, del sistema sanzionatorio.

L’art. 168bis c.p. attribuisce all’imputato la facoltà di chiedere la sospensione del processo con messa alla prova [vedi].

Di tale facoltà, peraltro, può beneficiare solo chi sia imputato in procedimenti per reati puniti:

—  con la sola pena pecuniaria;

—  con pena detentiva non superiore nel massimo a quattro anni, sola, congiunta o alternativa alla pena pecuniaria.

La messa alla prova comporta per l’imputato:

—  attività riparatorio-risarcitorie (la prestazione di condotte volte all’eliminazione delle conseguenze dannose o pericolose derivanti dal reato, nonché, ove possibile, il risarcimento del danno dallo stesso cagionato);

—  affidamento al servizio sociale (finalizzato allo svolgimento di un programma che può implicare, tra l’altro, attività di volontariato di rilievo sociale, ovvero l’osservanza di prescrizioni relative ai rapporti con il servizio sociale o con una struttura sanitaria, alla dimora, alla libertà di movimento, al divieto di frequentare determinati locali);

—  lavoro di pubblica utilità (consiste in una prestazione non retribuita, affidata tenendo conto anche delle specifiche professionalità ed attitudini lavorative dell’imputato, di durata non inferiore a dieci giorni e non superiore alle otto ore giornaliere, anche non continuativi, in favore della collettività, da svolgere presso lo Stato, le Regioni, le Province, i Comuni, le aziende sanitarie o presso enti o organizzazioni, anche internazionali, che operano in Italia, di assistenza sociale, sanitaria e di volontariato.

Sono esclusi dalla concessione del beneficio coloro i quali siano stati dichiarati delinquenti (o contravventori) abituali, professionali o per tendenza. Inoltre, il beneficio non può essere concesso più di una volta. Durante il periodo di applicazione della misura il corso della prescrizione del reato rimane sospeso.

L’esito positivo della prova estingue il reato per cui si procede. L’estinzione del reato, peraltro, non pregiudica l’applicazione delle sanzioni amministrative accessorie, ove previste dalla legge (art. 168ter c.p.).

Il beneficio in esame è revocato:

—  in caso di grave o reiterata trasgressione al programma di trattamento o alle prescrizioni imposte, ovvero di rifiuto alla prestazione del lavoro di pubblica utilità;

—  in caso di commissione, durante il periodo di prova, di un nuovo delitto non colposo ovvero di un reato della stessa indole rispetto a quello per cui si procede.

La revoca dell’ordinanza di sospensione del procedimento con messa alla prova è disposta anche d’ufficio dal giudice con ordinanza. L’ordinanza di revoca è ricorribile per cassazione per violazione di legge.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI