Che significa? Processo verbale

Che significa?

Articolo di




> Che significa?

Processo verbale (d. proc.): Documentazione scritta dell’attività o di determinati fatti e comportamenti dei quali costituisce prova.

Quando la redazione del Processo verbale è affidata a un pubblico ufficiale (cancelliere o ufficiale giudiziario) questi gli attribuisce pubblica fede (fa piena prova, infatti, fino a querela di falso).

Il Processo verbale d’udienza [vedi] registra gli atti processuali, i meri atti materiali, il deposito di documenti o di ulteriori scritti difensivi offerti dalle parti, compresa l’attività istruttoria e la richiesta e nomina del consulente tecnico [vedi Consulenza tecnica], cioè tutto quanto avviene innanzi all’autorità giudiziaria. Eventuali vizi del Processo verbale consistenti in errori materiali e omissioni potranno essere sanati, nel corso della verbalizzazione, tramite correzioni, aggiunte, soppressioni o modificazioni, fatte in calce all’atto con nota di richiamo senza rendere illeggibile la parte soppressa o modificata. Il D.P.R. 123/2001 ha previsto che il Processo verbale possa essere redatto come documento informatico e sottoscritto con firma digitale da chi presiede l’udienza e dal cancelliere [vedi Strumenti informatici e telematici]. Anche l’ufficiale giudiziario redige Processo verbale in sede di esecuzione, rilascio di bene immobile etc.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI