Che significa? | Termini giuridici

Promulgazione delle leggi

19 Ottobre 2015 | Autore:
dizionario giuridico

Promulgazione delle leggi (d. cost.): È l’atto del procedimento legislativo [vedi] che precede la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale [vedi]. Il Presidente della Repubblica [vedi] è tenuto a promulgare la legge entro un mese dall’approvazione delle due Camere. Tuttavia se le Camere, ciascuna a maggioranza assoluta dei propri componenti, ne dichiarano l’urgenza, la legge è promulgata in un termine più breve da esse stabilito.

Con l’atto di Promulgazione delle leggi, che è atto di controllo, la legge diviene esecutoria. Diviene invece obbligatoria per tutti i cittadini solo con la pubblicazione [vedi].

In tale sede il Presidente della Repubblica verifica la formale legittimità costituzionale della legge, potendo rifiutare la Promulgazione delle leggi se l’esito del suo controllo è negativo. In tal caso rinvierà, con messaggio motivato, la legge alle Camere; se le stesse approvano di nuovo la legge, anche senza modifiche, questa dovrà necessariamente essere promulgata.



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA