Che significa? | Termini giuridici

Punibilità

19 ottobre 2015 | Autore:


> Dizionario Pubblicato il 19 ottobre 2015



Punibilità [condizioni obiettive di] (d. pen.): L’art. 44 c.p. prevede che quando per la Punibilità del rea­to la legge richiede il verificarsi di una condizione, il colpevole risponde del reato, anche se l’evento, da cui dipende il verificarsi della condizione, non è da lui voluto.

Il codice, quindi, non definisce le Punibilità ma si limita a fissarne due caratteri:

—  debbono consistere in un avvenimento del mondo esterno, che non deve necessariamente esser voluto dall’agente;

—  debbono essere estranee alla condotta illecita.

Secondo la migliore dottrina, le condizioni obiettive di Punibilità costituiscono avvenimenti futuri ed incerti, estranei all’azione illecita, il cui verificarsi è necessario per la punibilità del reato, ma non per la sua esistenza.

Ai sensi dell’art. 44 c.p., il fatto-condizione può in concreto essere oggetto della volontà del reo, ma l’esistenza di tale nesso psichico non costituisce requisito indispensabile ai fini della punibilità dello stesso. Ciò si pone in contrasto con il principio di colpevolezza, anche alla luce delle considerazioni svolte dalla Corte costituzionale con sentenza n. 368/1988, tanto che da più parti si invoca una riforma dell’istituto.

A tal proposito, la dottrina distingue tra condizioni intrinseche ed estrinseche: le prime aggravano l’offesa già implicita nella commissione del fatto (es.: il pubblico scandalo nel reato di incesto ex art. 564 c.p.), le altre non aggiungono nulla alla lesione dell’interesse protetto dalla norma incriminatrice, ma si limitano a riflettere valutazioni di opportunità estranee alla sfera dell’offesa al bene protetto (es.: la sorpresa in flagranza nel reato di ubriachezza di cui all’art. 688 c.p.).

Parte della dottrina, dunque, basandosi su tale distinzione, ha sostenuto che le condizioni intrinseche non sfuggono al principio di colpevolezza, in quanto elementi che concorrono a delineare il disvalore della fattispecie. Per la loro imputazione sarebbe, dunque, necessaria almeno la colpa.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI