Che significa? | Termini giuridici

Quorum

14 ottobre 2015 | Autore:


> Dizionario Pubblicato il 14 ottobre 2015



Quorum (d. civ.) (d. comm.): Numero legale stabilito per la validità di una votazione effettuata da un’assemblea [vedi] o da un organismo collegiale [vedi Maggioranza].

Nelle società è il numero legale stabilito per la validità della costituzione o della votazione dell’assemblea.

Il Quorum costitutivo è la quota di capitale sociale che deve essere presente in assemblea perché questa possa iniziare i lavori regolarmente, mentre il Quorum deliberativo è la quota di capitale sociale che deve esprimersi in senso favorevole per l’approvazione di una delibera.

Quorum dei presenti

Indica il numero delle persone che è necessario partecipino alla votazione ai fini della validità della stessa; in questo caso si parla di Quorum costitutivo.

Quorum dei voti

Esprime il numero legale di voti a favore che è necessario perché una deliberazione possa dirsi approvata; in questo caso si parla di Quorum deliberativo. Es.: art. 64 Cost., che esige per la validità delle deliberazioni delle Camere la presenza della maggioranza dei suoi componenti e per la loro adozione un Quorum di voti, salvo che non sia prescritta una maggioranza speciale [vedi Maggioranza], pari alla metà più uno dei presenti.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI