Che significa? Rappresentatività

Che significa?

Articolo di




> Che significa?

Rappresentatività (sc. pol.): È il principio in base al quale gli organi pubblici sono coperti da persone fisiche che hanno e conservano, durante la carica, una responsabilità politica verso coloro che li hanno nominati.

La responsabilità politica del nominato nei confronti di chi lo ha designato, che è coessenziale al concetto di Rappresentatività , può essere fatta valere in due modi diversi:

—  nel corso del mandato, mediante sistemi di richiamo (cd. recall), cioè di revoca anticipata del mandato da parte degli elettori;

—  alla fine del mandato, quando è prevista la rieleggibilità immediata, che è evidentemente subordinata ad una positiva valutazione dell’eletto da parte degli elettori.

La Rappresentatività è, dunque, fondata sul consenso e sulla consonanza che si viene a stabilire tra governanti e governati quando i primi riescono a tradurre in formule giuridiche, e quindi a tutelare, le istanze espresse dal corpo sociale.

L’elezione è certamente il procedimento che maggiormente favorisce l’instaurazione di tale rapporto di consonanza, ma è evidente che alla responsabilità politica, che viene convenzionalmente attribuita agli organi elettivi, può non corrispondere sul piano dell’effettività una reale  Rappresentatività degli stessi quando quelli che sono eletti, agiscono nell’interesse proprio o della «casta» di cui fanno parte.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI