Che significa? | Termini giuridici

Riciclaggio

15 ottobre 2015 | Autore:


> Dizionario Pubblicato il 15 ottobre 2015



Riciclaggio (d. pen.): Tale reato consiste nel fatto di chiunque, fuori dei casi di concorso, sostituisce o trasferisce denaro, beni o altre utilità provenienti da delitto non colposo; ovvero compie in relazione ad essi altre operazioni, in modo da ostacolare l’identificazione della loro provenienza delittuosa.

A norma dell’ultimo comma dell’art. 648bis, il reato di  Riciclaggio sussiste anche quando l’autore del delitto da cui il denaro o le cose provengono, sia non imputabile o non punibile, o quando manchi una condizione di procedibilità riferita a tale delitto.

Il Riciclaggio appartiene alla categoria dei delitti contro il patrimonio.

Scopo della norma è impedire che, una volta verificatosi un illecito penale, persone diverse dai suoi autori possano trarne vantaggio o aiutare gli autori ad assicurarsene il profitto e, comunque, ostacolare con l’attività di  Riciclaggio del denaro o dei valori, l’attività della P.G. tesa a scoprire gli autori del delitto.

Pena: Reclusione da 4 a 12 anni e della multa da euro 1.032 a euro 15.493.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI