Che significa? | Termini giuridici

Rimozione

15 ottobre 2015 | Autore:


> Dizionario Pubblicato il 15 ottobre 2015



Rimozione (d. amm.)

Rimozione di atti

Consiste nel ritiro da parte della pubblica amministrazione [vedi] di un precedente atto, per il quale sono venuti meno i presupposti, di fatto o di diritto, della sua emanazione. La Rimozione è espressione della cd. autotutela [vedi], consistente nel potere di tutelare da sé, unilateralmente, la propria sfera d’azione.

Rimozione di organi locali

È un provvedimento amministrativo [vedi] che si inserisce nell’ambito della funzione di controllo sull’operato degli organi degli enti locali.

L’ipotesi della Rimozione è disciplinata insieme alla sospensione dall’art. 142 del D.Lgs. 267/2000.

Secondo tale articolo il Sindaco, il Presidente della Provincia, i Presidenti dei Consorzi e delle Comunità montane, i componenti dei Consigli e delle Giunte e i Presidenti dei Consigli circoscrizionali, possono essere rimossi con decreto del Ministro dell’interno:

—  quando compiono atti contrari alla Costituzione;

—  per gravi e persistenti violazioni di legge;

—  per gravi motivi di ordine pubblico.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI