Dizionario | Termini giuridici

Riserve

19 Ottobre 2015 | Autore:
dizionario giuridico

Riserve [nei trattati] (d. int.): Si tratta di atti unilaterali con i quali uno Stato partecipante ad un accordo multilaterale [vedi Trattati] esprime la sua volontà di non accettare alcune disposizioni dell’accordo sottoscritto.

Le  Riserve possono essere apposte al momento della firma, ma anche della ratifica [vedi] o dell’adesione.

Esse possono consistere:

—  nel rifiuto, da parte di uno Stato, di determinate clausole dell’accordo;

—  nell’accettazione solo con modifica di alcune clausole;

—  nell’accettazione di alcune clausole solo in base ad una certa interpretazione (riserve interpretative).

Se uno Stato ritiene che una  Riserve non sia compatibile con gli scopi del trattato può dichiarare la propria obiezione. Sia la Riserve che l’obiezione devono essere formulate per iscritto e comunicate agli altri Stati contraenti, così come l’eventuale ritiro.

Fino alla seconda guerra mondiale il diritto internazionale generale ammetteva la possibilità di Riserve solo in casi molto limitati: esse, infatti, dovevano essere espressamente previste dal trattato e ricevere l’accettazione di tutti gli Stati parti dell’accordo.

La Corte Internazionale di Giustizia [vedi], nel 1951, affermò il principio secondo cui le Riserve  sono sempre possibili, anche se non previste dal trattato, purché compatibili con lo scopo e l’oggetto del trattato stesso.

La Convenzione di Vienna del 1969 ha ribadito la possibilità di formulare Riserve in ogni caso, purché compatibili con gli aspetti fondamentali del trattato; essa ha altresì affermato che le Riserve devono essere accettate da parte di tutti i contraenti solo in alcuni casi, quando il numero limitato dei partecipanti o la particolare natura dell’accordo lo richiedano.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube