Che significa? | Termini giuridici

Ritorsione

19 ottobre 2015 | Autore:


> Dizionario Pubblicato il 19 ottobre 2015



Ritorsione (d. pen.): È un’esimente [vedi Cause di giustificazione] che trova applicazione, per espressa volontà di legge, soltanto per il reato di ingiuria [vedi] (art. 594 c.p.).

Dispone infatti l’art. 599 c.p. che nei casi preveduti dall’art. 594 c.p., se le offese sono reciproche, il giudice può dichiarare non punibili uno o entrambi gli offensori.

La ratio di questa esimente è identificata in una rinuncia al potere punitivo da parte dello Stato determinata da ragioni di opportunità.

L’applicazione della esimente è rimessa alla discrezionalità del giudice.

Non è necessario che le offese siano di eguale gravità, né contemporanee, purché entrambe ingiuste, nonché reciproche, cioè una in conseguenza dell’altra. L’esimente non è configurabile se una delle due offese sia realizzata senza dolo.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI