Che significa? | Termini giuridici

Self-government

14 ottobre 2015 | Autore:


> Dizionario Pubblicato il 14 ottobre 2015



Self-government (d. comp.)

Il    Self-government si realizza in tutti quei casi in cui, nell’ambito dello Stato, si affermano comunità minori che manifestano le necessità di autorganizzarsi e autogovernarsi soprattutto in relazione alle esigenze più immediate e più vicine alle loro comunità politiche.

Dal  Self-government  nasce l’esigenza del federalismo, regionalismo, etc. in relazione alla situazione esistente in ciascuna comunità politica.

Negli Stati Uniti alla concezione individualista del self-rule si oppose presto la riflessione di Madison con il Federalist papers per contrapporsi a possibili governi centrali ingiusti e accentratori.

In Inghilterra, Scozia, Galles e Irlanda del Nord tale esigenza fu sentita sin da tempi lontani ed ebbe in Hume, Ferguson e Reid i suoi antecessori culminando nei ben noti movimenti separatisti — mai sopiti — dell’Irlanda del Nord che recentemente hanno dato luogo ad un referendum istituzionale in Scozia in cui, però, è prevalsa la volontà degli unionisti.

Anche in Germania il self-government seguendo la teoria del Selbstverwaltung municipale dell’800 (scuola storica del Savigny e Von Stein) è stato al centro dell’attenzione portando all’attuale federalismo inteso come «originario e naturale vero spirito del popolo».

Controverso, infine, è stato l’affermarsi dell’Estado autonómico in Spagna, difficile e graduale il passaggio ad un semi-federalismo in Italia, mentre sempre poca simpatia ha mostrato la Francia per il self-government (TORRE).

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI