Che significa? Spazio di libertà

Che significa?

Articolo di




> Che significa?

Spazio di libertà, sicurezza e giustizia (d. UE)

La creazione di uno Spazio di libertà  rappresenta uno dei principali obiettivi dell’Unione europea. L’art. 3, par. 2, del TUE prevede, infatti che «l’Unione offre ai suoi cittadini uno spazio di libertà, sicurezza e giustizia senza frontiere interne, in cui sia assicurata la libera circolazione delle persone insieme a misure appropriate per quanto concerne i controlli alle frontiere esterne, l’asilo, l’immigrazione, la prevenzione della criminalità e la lotta contro quest’ultima».

Tale settore, che rientra tra quelli in cui l’UE possiede una competenza concorrente con quella degli Stati membri, è stato profondamente riformato dal Trattato di Lisbona stante l’avvenuta abolizione del terzo pilastro e l’estensione del «metodo comunitario» anche alla cooperazione giudiziaria penale e alla cooperazione di polizia (l’ex III pilastro).

La riforma di Lisbona ha, infatti, ampliato le competenze dell’Unione in materia di Spazio di libertà  e ha previsto per le politiche di questo settore l’applicazione generalizzata della procedura legislativa ordinaria salva diversa disposizione del TUE come nel caso della cooperazione amministrativa (artt. 74 e 76 TFUE) e della votazione a maggioranza qualificata con un evidente rafforzamento dei poteri del Parlamento europeo.

Le politiche finalizzate all’attuazione dello Spazio di libertà sono disciplinate nel TFUE e precisamente nel Titolo V che si articola nei seguenti capi:

—  le politiche relative ai controlli alle frontiere, all’asilo e all’immigrazione (artt. 77 a 80 TFUE);

—  la cooperazione giudiziaria in materia civile (art. 81 TFUE);

—  la cooperazione giudiziaria in materia penale (artt. 82 a 86 TFUE);

—  la cooperazione di polizia (artt. 87 a 89 TFUE).

Secondo l’articolo 67 TFUE, gli obiettivi cui sono tese le azioni dell’Unione in tale settore sono:

—  garantire che non vi siano controlli sulle persone alle frontiere interne e a sviluppare una politica comune in materia di asilo, immigrazione e controllo delle frontiere esterne;

—  garantire un livello elevato di sicurezza attraverso misure di prevenzione e di lotta contro la criminalità, il razzismo e la xenofobia;

—  facilitare l’accesso alla giustizia.

La realizzazione dello Spazio di libertà  resta esplicitamente subordinata al rispetto dei diritti fondamentali, nonché dei diversi ordinamenti giuridici e delle diverse tradizioni giuridiche degli Stati membri.

Alcuni Stati (Regno Unito, Irlanda e Danimarca) partecipano allo Spazio di libertà, secondo modalità diverse determinate da protocolli e dichiarazioni allegate al Trattato (cd. integrazione differenziata, Prot. 19 a 22 e Dich, n. 56).


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI