Che significa? Status

Che significa?

Articolo di




> Che significa?

Status (t. gen.): È la posizione complessiva di un soggetto nell’ambito della collettività o in un corpo sociale minore, caratterizzata da una particolare sfera di capacità, diritti, doveri etc. Si parla così di Status  di cittadino o di straniero, riguardo allo stato di cittadinanza; di figlio naturale o legittimo, di celibe, vedovo, o coniugato, con riguardo allo stato di famiglia etc. Gli Status , non rappresentano, quindi, delle posizioni soggettive, ma le implicano.

Lo Status  di padre di famiglia comporta determinati doveri verso i figli (istruzione, educazione, mantenimento) e particolari diritti (es.: il diritto agli assegni familiari in aggiunta alla paga base etc.).

Lo Status  di cittadino comporta, invece, la titolarità dei diritti politici (voto, elettorato passivo, diritto di petizione), e dei doveri pubblici (obbligo di partecipare alla spesa pubblica, pagando le tasse.

All’interno di tali Status  giuridici soggettivi troviamo appunto le singole situazioni giuridiche soggettive con carattere eminentemente statico.

Status di figlio (d. civ.)

[vedi Filiazione].

Status internazionale (d. int.)

Complesso di diritti e obblighi, attribuiti dal diritto internazionale a un determinato Stato.

Lo Status internazionale si distingue dagli altri status per una duplice caratteristica: attiene alle relazioni internazionali (vale a dire, ai poteri, facoltà, obblighi, diritti di uno Stato nei confronti di altri Stati) e si prolunga nel tempo per una durata indefinita e indeterminata.

Lo  Status internazionale è diversamente qualificabile a seconda del:

—  contenuto. In tale ipotesi si parla, ad esempio, di Stato neutrale, protetto, etc.;

—  circostanze in cui esso è stato assunto. Possono in tale ipotesi distinguersi Status  singolari, attribuiti a determinati Stati individualmente considerati,  Status collettivi, tipici di una pluralità di soggetti investiti contemporaneamente dello Status , o Status volontari, suscettibili di estinzione con un atto di volontà dello Stato titolare, ed infine Status  obbligatori, che lo Stato titolare non può dismettere con un atto unilaterale.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI