Dizionario | Termini giuridici

Subordinazione

14 Ottobre 2015 | Autore:
dizionario giuridico

Subordinazione (d. lav.): Elemento giuridico che qualifica il contratto di lavoro che ha ad oggetto tale prestazione [vedi Lavoro subordinato].

Il vincolo di   Subordinazione non è stato unanimemente individuato dalla dottrina, dibattendosi in particolare sul carattere della dipendenza del lavoratore e su quello della sottoposizione al potere di direzione del datore di lavoro.

L’eterodirezione o potere direttivo sarebbe espressione della Subordinazione  in senso tecnico, intesa come modo d’essere della prestazione.

Attraverso le direttive, infatti, il datore di lavoro determina in concreto l’attività che il lavoratore deve svolgere.

L’art. 2104 c.c. impone al prestatore di lavoro un dovere di obbedienza alle «disposizioni per l’esecuzione e la disciplina impartite dall’imprenditore e dai collaboratori di questo dai quali dipende».

La dipendenza, invece, esprimerebbe la Subordinazione  socio-economica del lavoratore, in quanto la sua capacità produttiva dipende dall’inserimento nell’organizzazione dell’imprenditore rispetto al quale si trova in una situazione di inferiorità mettendo a disposizione le proprie energie e competenze.

La Subordinazione socio-economica non costituisce più un tratto essenziale ed esclusivo del lavoro subordinato ed è quindi sempre più in declino come criterio di qualificazione della Subordinazione. Si osserva, infatti, che la dipendenza economica appartiene a forme di lavoro non propriamente subordinate connotate da alti livelli di precarietà e di sfruttamento (es. collaborazioni continuative e coordinate) rispetto invece ad un più alto livello di professionalizzazione dei lavoratori subordinati che li rende più forti sotto il profilo negoziale e sociale.

D’altro canto la stessa nozione di  Subordinazione incentrata sull’elemento dell’eterodirezione, che tradizionalmente viene assunta come elemento identificativo del lavoro subordinato, sembra aver perso peso in relazione ai crescenti margini di autonomia che caratterizzano sempre più i lavoratori subordinati in virtù dei cambiamenti dell’organizzazione produttiva. È stato quindi proposto come criterio identificativo della Subordinazione  in senso stretto l’elemento dell’estraneità del lavoratore sia rispetto all’organizzazione produttiva in cui è inserita la prestazione che dal risultato della stessa; si ritiene, infatti, che l’autonomia economico-organizzativa non è mai riscontrabile nel lavoro subordinato.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube