Che significa? | Termini giuridici

Supplenza

14 ottobre 2015 | Autore:


> Dizionario Pubblicato il 14 ottobre 2015



Supplenza (d. cost.): È prevista specificamente nella Costituzione la Supplenza al Presidente della Repubblica [vedi], quando questi non possa adempiere alle sue funzioni. In tal caso la funzione di Capo dello Stato è esercitata dal Presidente del Senato.

L’impedimento che legittima la Supplenza può essere:

—  permanente in caso di:

a) infermità che si protragga in modo irreversibile;

b) decadenza dalla carica comminata dalla Corte costituzionale nella sentenza di condanna per alto tradimento o attentato alla Costituzione (art. 15, L. Cost. 1/1953);

c) perdita del godimento dei diritti civili e politici;

—  temporaneo in caso di:

a) sospensione dalla carica disposta dalla Corte costituzionale in pendenza di giudizio d’accusa per alto tradimento o attentato alla Costituzione (art. 12, L. Cost. 1/1953);

b) malattia che non importi guarigione entro breve termine, pur senza pregiudicare la riassunzione della carica, a guarigione avvenuta;

c) viaggio all’estero: in tal caso la prassi è difforme in quanto Gronchi e Cossiga si fecero sostituire; Saragat e Pertini, invece, non lo ritennero necessario.

Il supplente può assolvere tutte le funzioni attribuite al Presidente, salvi gli atti per loro natura incompatibili con il carattere temporaneo della carica ricoperta.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI