Che significa? | Termini giuridici

Sviluppo sostenibile

14 Ottobre 2015 | Autore:


> Dizionario Pubblicato il 14 Ottobre 2015



Sviluppo sostenibile (d. amb.): È uno sviluppo che soddisfa i bisogni della generazione presente senza compromettere il soddisfacimento dei bisogni delle generazioni future. LoSviluppo sostenibile prevede un nesso di interdipendenza e correlazione tra la dimensione sociale, economica e ambientale, in quanto uno svolgimento delle attività economiche che adotti tutte le misure necessarie ad evitare danni ecologici garantisce, allo stesso tempo, un’adeguata tutela dell’interesse delle collettività umane.

Trattasi di un principio legale in materia ambientale elaborato per la prima volta a livello internazionale nel cd. Rapporto Brundtland del 1987 (dal nome dell’allora Presidente norvegese della Commissione mondiale per l’ambiente e lo sviluppo) e poi ripreso in successive Conferenze internazionali (Conferenza di Rio de Janeiro del 1992, Vertice di Johannesburg del 2002, Vertice ONU Rio + 20 del 2012).

A livello europeo è previsto che ai fini della promozione dello Sviluppo sostenibile , le politiche ed azioni dell’Unione europea debbano tener conto delle esigenze connesse con la tutela dell’ambiente (art. 11 TFUE).

In Italia lo Sviluppo sostenibile  è inquadrato nel Codice dell’ambiente (D.Lgs. 152/2006) tra i principi generali di tutela ambientale laddove è sancito (art. 3 quater) che ogni attività umana giuridicamente rilevante ai sensi del Codice medesimo, anche quella della pubblica amministrazione, debba conformarsi al suddetto principio e che la risoluzione e delle questioni che involgono aspetti ambientali deve essere cercata e trovata nella prospettiva di garanzia dello Sviluppo sostenibile.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI