Dizionario | Termini giuridici

Ubriachezza e intossicazione da alcool

19 Ottobre 2015 | Autore:
dizionario giuridico

Ubriachezza e intossicazione da alcool (d. pen.): È una causa di esclusione della imputabilità [vedi] determinata dall’uso eccessivo di sostanze alcooliche. Il consumo di alcool, infatti, importa conseguenze dannose sulla psiche del soggetto, graduabili a seconda che l’ubriachezza sia piena o meno (art. 91 ss. c.p.).

Inoltre, le conseguenze del reato mutano a seconda che l’ubriachezza sia accidentale, volontaria, preordinata o abituale.

Ubriachezza e intossicazione da alcool  abituale 

Per la sussistenza di essa si richiede:

—  che il soggetto abbia la consuetudine di fare un uso eccessivo di sostanze alcooliche;

—  che in conseguenza di tale costante abitudine venga a trovarsi frequentemente in stato di ubriachezza.

Ai reati commessi in stato di Ubriachezza e intossicazione da alcool  abituale consegue un aumento di pena.

Ubriachezza e intossicazione da alcool  accidentale 

Si definisce accidentale l’ Ubriachezza e intossicazione da alcool che è stata determinata da caso fortuito [vedi] o da forza maggiore [vedi], per cui all’agente non può essere mosso alcun rimprovero, neanche in termini di leggerezza. In tal caso, la piena ubriachezza comporta il proscioglimento per mancanza di imputabilità [vedi].

Se la capacità di intendere e di volere era grandemente scemata, ma non esclusa la pena è diminuita.

Ubriachezza e intossicazione da alcool  preordinata 

È quella preordinata al fine di commettere il reato o di prepararsi una scusa. In questo caso, il codice dispone un aumento di pena.

Ubriachezza e intossicazione da alcool  volontaria o colposa 

Ricorre quando l’agente si è ubriacato intenzionalmente oppure per negligenza.

Tale situazione non esclude la imputabilità, per cui vi è una piena responsabilità.

La cronica intossicazione da alcool rappresenta l’ultimo stadio dell’alcoolismo e dà luogo ad una alterazione patologica della psiche, con alterazioni mentali di cui le più rilevanti sono il delirium tremens, la psicosi alcolica di Korsakoff e la paranoia alcoolica. È un fenomeno stabile in quanto persiste anche dopo l’eliminazione dell’alcool assunto, sicché la capacità può essere permanentemente esclusa o grandemente scemata. Perciò l’art. 95 c.p. richiama per i fatti commessi in tale stato le norme degli artt. 88-89 c.p. [vedi Vizio di mente].

[vedi anche Ubriachezza abituale].



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube