Che significa? | Termini giuridici

Uguaglianza degli Stati

19 ottobre 2015 | Autore:


> Dizionario Pubblicato il 19 ottobre 2015



Uguaglianza degli Stati [principio della] (d. int.): Regola che disciplina la vita odierna della comunità internazionale fondata sulla cd. parità dei suoi membri.

Il principio della Uguaglianza degli Stati, affermatosi con la caduta della Res­publica Christiana (che faceva capo ad una comunità internazionale verticale e gerarchizzata rispetto ai «due soli», Papato e Impero, come scriveva Dante nel «De Monarchia») è in vigore dai tempi della Pace di Westfalia (1648) e considera tutti gli Stati sullo stesso piano come autoritates superiorem non recognoscentes (cd. orizzontalità della comunità internazionale).

Il principio di Uguaglianza degli Stati, consacrato dall’art. 2 della Carta delle N.U. (l’organisation est fondée sur le principe de l’égalité souveraine de tous ses membres), ispira tutte le organizzazioni internazionali anche se trova una notevole limitazione anche nella stessa Carta delle N.U. ove, all’art. 27, in materia di deliberazioni del Consiglio di Sicurezza, discrimina, con importanti effetti politici, lo status di membro permanente (cd. Cinque grandi) ai fini dell’esercizio del diritto di veto.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI