Che significa? | Termini giuridici

Writ

23 ottobre 2015 | Autore:


> Dizionario Pubblicato il 23 ottobre 2015



Writ (d. comp.): Particolare documento emanato dalle Corti londinesi consistente in un ordine che il sovrano indirizzava ad una Corte distrettuale o baronale, su richiesta (e dietro esborso di denaro) della parte che per un qualunque motivo non avesse ottenuto soddisfazione della lite dinanzi alla medesima Corte (distrettuale o baronale), affinché venisse «riesaminato» il suo processo.

Nell’ipotesi di inottemperanza al Writ, il processo veniva automaticamente trasferito dinanzi ad una delle Corti londinesi.

In quanto strumento rigorosamente formale, ciascun Writ corrispondeva ad un determinato tipo di azione processuale: ad esempio, alla pretesa restitutoria di un fondo faceva riscontro il writ precipe quod reddat; alla pretesa di restituzione immediata di un debito di denaro determinato nel suo ammontare corrispondeva il writ of debt (o il convenuto pagava, oppure veniva costretto a comparire in giudizio dinanzi alla Corte regia); il Writ of rights ingiungeva al barone, concedente di un fondo ad un soggetto, di iniziare immediatamente l’azione di spossessamento contro l’altro soggetto che aveva occupato senza titolo il fondo stesso, altrimenti a risolvere la controversia sarebbe stata la Corte distrettuale regia.

Con il passare del tempo l’insieme dei writs finì con il costituire un corpus normativo sufficientemente stabile e completo, cui i giuristi del regno, in assenza di leggi scritte, facevano costante riferimento. Ciò fece della common law [vedi], per secoli, la principale fonte del diritto dell’ordinamento inglese.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI