I risultati prodotti dalla tua ricerca:

Che significa? | 19 Ott 2015 | di Edizioni Simone

Titolarità

Titolarità (d. civ.): È la relazione di appartenenza di una situazione giuridica soggettiva ad un soggetto di diritto [vedi]. L’origine del termine è in «titolo», vale a dire fatto o atto giuridico [vedi] dal quale deriva l’acquisto di una situazione. La Titolarità  di un diritto è a volte distinta dal­l’esercizio dello stesso: —  il soggetto incapace d’agire…

Che significa? | 19 Ott 2015 | di Edizioni Simone

Titoli di Stato

Titoli di Stato (d. fin.): Obbligazioni [vedi] emesse dallo Stato per far fronte a squilibri economici temporanei e non. Rappresentano delle quote di prestito su cui il possessore percepisce un interesse [vedi]. Lo Stato fa ricorso al debito pubblico tramite l’emissione di Bot, Cct/CCTen, BTB Italia,, Btp, BTPei, Ctz.

Che significa? | 19 Ott 2015 | di Edizioni Simone

Terzo

Terzo (d. civ.): Soggetto estraneo al rapporto giuridico intercorrente fra due o più persone. Al concetto di  Terzo si oppone il concetto di parte con cui si intende chi partecipa ad un rapporto giuridico [vedi]. L’ordinamento prevede una disciplina particolare al fine di garantire i  Terzi ed evitare che subiscano pregiudizi dall’ignoranza di accordi intercorsi fra le…

Che significa? | 19 Ott 2015 | di Edizioni Simone

Tessera sanitaria

Tessera sanitaria (d. san.): È lo strumento attraverso il quale il cittadino usufruisce delle prestazioni facenti parte dei Livelli essenziali di assistenza (LEA) [vedi] erogate dal Servizio sanitario nazionale [vedi]. È valida anche come Tessera europea di assicurazione malattia (TEAM), necessaria per le cure urgenti nei Paesi appartenenti all’Unione europea. La Tessera sanitaria  è stata introdotta con…

Che significa? | 19 Ott 2015 | di Edizioni Simone

Testamento

Testamento (d. civ.): Atto col quale taluno dispone [vedi Disposizioni testamentarie], per il tempo in cui avrà cessato di vivere, di tutte le proprie sostanze o di parte di esse. È un atto mortis causa, in quanto la sua funzione consiste nella determinazione della sorte dei rapporti patrimoniali in conseguenza della morte del testatore. È un…

Che significa? | 19 Ott 2015 | di Edizioni Simone

Testimone di giustizia

Testimone di giustizia (d. d. pen.): [vedi Collaboratore di giustizia]

Che significa? | 19 Ott 2015 | di Edizioni Simone

Testimonianza

Testimonianza Testimonianza falsa (d. p. civ.) È una delle ipotesi in cui il giudice istruttore può denunciare al pubblico ministero, al quale trasmette copia del processo verbale, il testimone, quando vi sia il sospetto che egli non abbia detto la verità o sia stato reticente. Tale apprezzamento è rimesso alla discrezionalità del giudice di merito e,…

Che significa? | 19 Ott 2015 | di Edizioni Simone

Testo unico

Testo unico [t.u.] (d. cost.): È un testo normativo che raccoglie disposizioni di molteplici atti normativi succedutisi nel tempo, accomunati dal fatto di disciplinare la stessa materia. È possibile distinguere il Testo unico: —  di coordinamento, dotato della stessa forza e dello stesso valore delle disposizioni da unificare e coordinare ed in grado di modificarle e…

Che significa? | 19 Ott 2015 | di Edizioni Simone

Themis

Themis (t. gen.) : Negli autori greci assume significati molteplici: uso, regola, equità, diritto, legge. In Omero e in Eschilo,  Themis è la dea della Giustizia, che affida agli oracoli (tèmistes) la trasmissione agli uomini dei decreti divini. Quando le leggi non hanno ancora acquistato la dignità di disposizioni scritte, la regola dell’organizzazione della vita individuale e…

Che significa? | 19 Ott 2015 | di Edizioni Simone

Talmud

Talmud (d. comp.): La legge orale degli ebrei, raccoltta sotto il titolo di Mishanh, viene studiata e interpretata dai rabbini («espositori»). Il testo di base, arricchito del commento (Gemàra), prende il nome di Talmud. L’esegesi viene condotta in Mesopotamia e in Palestina; ne derivano due forme di Talmud, palestinese (IV sec.) e babilonese (V sec.). Il…

Che significa? | 19 Ott 2015 | di Edizioni Simone

Tendenza a delinquere

Tendenza a delinquere: È uno dei tre aspetti, assieme all’abitualità criminosa [vedi] e professionalità nel reato [vedi], della pericolosità sociale [vedi]. Secondo l’art. 108 c.p., ricorre la Tendenza a delinquere quando un soggetto, sebbene non recidivo o delinquente abituale o professionale, commette un delitto non colposo contro la vita o l’incolumità personale, il quale per sé…

Che significa? | 19 Ott 2015 | di Edizioni Simone

Tamquam non essent

Tamquam non essent [come se non ci fossero] (d. civ.): Si dice a proposito di clausole contrattuali invalide che, tuttavia, non inficiano l’intero contratto cui ineriscono, ma vengono dal legislatore considerate come non apposte, come inesistenti. Ad esempio, l’art. 1354 c.c. disciplina la condizione illecita e quella impossibile. Mentre la prima rende radicalmente nullo il contratto…

Che significa? | 19 Ott 2015 | di Edizioni Simone

Tentativo

Tentativo Tentativo  di conciliazione (d. p. civ.) [vedi Conciliazione] Tentativo nel diritto penale (d. pen.) Realizza un delitto tentato chi compie atti idonei, diretti in modo non equivoco a commettere un delitto, se l’azione non si compie o l’evento non si verifica (art. 56 c.p.). Quando la condotta non viene posta in essere completamente, si parla…

Che significa? | 19 Ott 2015 | di Edizioni Simone

Tantundem eiusdem generis

Tantundem eiusdem generis [la stessa quantità (di cose) dello stesso genere] (d. civ.): È l’espressione generalmente usata per indicare la generica sostituibilità dei beni fungibili (es.  denaro). Quando un soggetto è obbligato alla restituzione di una determinata quantità di cose fungibili, infatti, egli si obbliga a restituire non le stesse cose, ma altrettante cose dello stesso…

Che significa? | 19 Ott 2015 | di Edizioni Simone

Tenuità del fatto

Tenuità del fatto (d. p. pen.): È una particolare forma di improcedibilità dell’azione penale che può essere dichiarata nel procedimento innanzi al giudice di pace [vedi] allorché emerga che il fatto commesso è scarsamente offensivo, il danno o il pericolo cagionato è lieve, la condotta tenuta è del tutto occasionale, che l’ulteriore corso del processo determinerebbe…

Che significa? | 19 Ott 2015 | di Edizioni Simone

T.A.R.

T.A.R. [tribunale amministrativo regionale] (d. amm.): Organo di giustizia amministrativa di primo grado, istituito con L. 1034/1971. I T.A.R. sono 20, uno per ciascuna Regione, con sede nel capoluogo regionale. I T.A.R. hanno tre diverse specie di competenza, individuate dall’art. 7, D.Lgs. 104/2010 (Codice del processo amministrativo): —  una giurisdizione generale di legittimità, avente ad oggetto atti lesivi…

Che significa? | 19 Ott 2015 | di Edizioni Simone

Teocrazia

Teocrazia (sc. pol.): Etimologicamente il termine significa «governo di Dio» e indica un ordinamento politico in cui il potere è esercitato da una classe di persone (sacerdoti, profeti) che si dichiarano investiti direttamente del mandato divino e che, conseguentemente, identificano il potere politico con quello religioso. Attuale esempio di regime teocratico è il diritto islamico [vedi].…

Che significa? | 19 Ott 2015 | di Edizioni Simone

TARI

TARI [tassa sui rifiuti] (d. trib.) Istituita dalla legge di stabilità 2014, la  TARI è una delle tre componenti dell’imposta unica comunale (IUC) [vedi], insieme all’imposta municipale propria (IMU) [vedi] e al tributo per i servizi indivisibili (TASI) [vedi]. Il presupposto impositivo della TARI è il possesso o la detenzione, a qualsiasi titolo, di locali o di…

Che significa? | 19 Ott 2015 | di Edizioni Simone

Termine

Termine Termine nel diritto civile (d. civ.) Nel negozio giuridico indica il momento a partire dal quale, cd. dies a quo [vedi] o Termine  iniziale, o fino al quale, cd. dies ad quem [vedi] o Termine finale, il negozio stesso avrà efficacia. Nell’ambito della teoria generale del negozio giuridico il  Termine è definito, insieme alla condizione [vedi] e al…

Che significa? | 19 Ott 2015 | di Edizioni Simone

TARIC

TARIC  [tariffa integrata comunitaria] (d. UE) La  TARIC   è formata dall’insieme dei diritti applicati alle importazioni nel territorio dell’Unione di prodotti provenienti dai Paesi terzi. Essa può essere modificata o sospesa a seguito di decisioni autonome della UE o di negoziati tariffari conclusi sulla base dell’art. 207 TFUE. Inoltre, essa può essere ridotta mediante due…

Che significa? | 19 Ott 2015 | di Edizioni Simone

Territorialità della legge penale

Territorialità della legge penale (d. pen.) La  Territorialità della legge penale indica il campo di applicazione della legge penale nello spazio. In astratto, sono ipotizzabili quattro criteri per determinare il campo di applicazione: —  il principio dell’universalità: le leggi penali nazionali devono applicarsi a tutti gli individui ovunque si trovino e di qualunque nazionalità siano; — …

Che significa? | 19 Ott 2015 | di Edizioni Simone

TASI

TASI [tributo per i servizi indivisibili] (d. trib.): È la terza componente dell’imposta unica comunale (IUC) [vedi], insieme all’imposta municipale propria (IMU) [vedi] e alla tassa sui rifiuti (TARI) [vedi], ed è destinata a coprire le spese sostenute per l’erogazione dei servizi indivisibili quali, ad esempio, la manutenzione del verde pubblico e delle strade comunali, l’arredo…

Che significa? | 19 Ott 2015 | di Edizioni Simone

Territorio dello Stato

Territorio dello Stato (d. cost.): È lo spazio entro il quale lo Stato [vedi] esercita la sua sovranità [vedi]. In quanto tale è considerato elemento essenziale, insieme al popolo [vedi] e alla sovranità, dello Stato. Si compone di parti diverse: —  la terra, compresa entro i confini dello Stato; —  lo spazio aereo e il sottosuolo…

Che significa? | 19 Ott 2015 | di Edizioni Simone

Tassa

Tassa (d. trib.): Prestazione pecuniaria dovuta dal singolo, che trae origine in una controprestazione che lo Stato effettua su richiesta del soggetto. Questa definizione, pur implicando un nesso giuridico tra la Tassa (prestazione economica) e la prestazione dell’ente, pone in risalto la mancanza di sinallagmaticità [vedi Sinallagma] tra le due prestazioni. Il privato, infatti, stimola con la…

Che significa? | 19 Ott 2015 | di Edizioni Simone

Tassatività

Tassatività [principio di] (d. pen.): Principio che impone al legislatore penale di uniformarsi a una tecnica di formulazione della norma atta ad assicurare una precisa determinazione della fattispecie legale, ossia a rendere agevolmente desumibile ciò che è penalmente lecito e ciò che è penalmente illecito. Per effetto del principio di Tassatività , corollario del principio di legalità…

Che significa? | 19 Ott 2015 | di Edizioni Simone

Telefax

Telefax (d. civ.): Si tratta di un sistema elettronico che utilizza il telefono per la trasmissione a distanza di documenti, i quali vengono riprodotti in fac-simile dall’apparecchio ricevente. Fra le riproduzioni meccaniche indicate, in modo meramente esemplificativo, dall’art. 2712 c.c. (le quali «… formano piena prova dei fatti o delle cose rappresentate, se colui contro il…

Che significa? | 19 Ott 2015 | di Edizioni Simone

Telegramma

Telegramma (d. civ.) Il codice civile equipara il  Telegramma alla scrittura privata [vedi] dal punto di vista dell’efficacia probatoria, purché l’originale consegnato all’ufficio telegrafico (la cd. minuta o dispaccio) sia sottoscritto [vedi Sottoscrizione] dal mittente ovvero sia stato consegnato o fatto consegnare dal mittente, anche senza sottoscriverlo. La riproduzione del telegramma consegnata al destinatario si presume…

Che significa? | 19 Ott 2015 | di Edizioni Simone

Telelavoro

Telelavoro (d. lav.): Costituisce una forma di organizzazione e di svolgimento del lavoro basata sull’uso delle tecnologie dell’informazione nell’ambito di un rapporto di lavoro (di natura subordinata, parasubordinata o autonoma), e caratterizzata dal fatto che l’attività lavorativa si svolge regolarmente fuori dai locali dell’impresa (definizione dell’Accordo interconfederale 9-6-2004). Il Telelavoro costituisce quindi una forma di lavoro a…

Che significa? | 19 Ott 2015 | di Edizioni Simone

Televendita

Televendita (d. civ.): Particolare fattispecie di vendita [vedi Compravendita] caratterizzata dal fatto che l’operatore offre al pubblico beni agendo fuori dalla sede commerciale dell’impresa e avvalendosi del mezzo televisivo [vedi Vendita a distanza].

Che significa? | 19 Ott 2015 | di Edizioni Simone

Tempo

Tempo Computo del  Tempo (d. civ.) Il Tempo , nell’accezione giuridica, rappresenta la dimensione temporale in cui si realizza il fatto, o l’evento, cui l’ordinamento ricollega conseguenze rilevanti per il diritto. Può venire in rilievo come periodo che intercorre tra due momenti (durata) o come momento nel quale una situazione giuridica nasce, si modifica o si estingue…


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube